Segherie De Pol .... l’uomo del legno vecchio!
Segherie
DE POL

La Storia...

Come nasce la segheria De Pol

“Siamo a Cima Gogna, nel comune di Auronzo di Cadore, dal 1966, dopo che l’alluvione aveva letteralmente spazzato via la segheria che zio Gennaro e nonno Virginio avevano in Val Visdende, lungo il corso del Cordevole. Abbiamo rilevato questa proprietà dalla signora Marcella Conti, moglie di un influente personaggio che nel periodo fra le due guerre aveva molti possedimenti in zona e frequentava sia Vittorio Emanuele III che il Duce, come attestano le foto che abbiamo rinvenuto qui.” Negli anni ‘80, dopo aver a lungo lavorato abeti e larici soprattutto per l’edilizia, il titolare Roberto De Pol prende la decisione di dedicarsi al recupero del legno antico per la produzione di monumenti e manufatti. Una nicchia di mercato che nessuno allora pensava fosse un’attività redditizia e che ha invece portato, proprio per l’alta qualità del prodotto, a lavorare per personaggi importanti come Luciano Pavarotti, ma anche la famiglia Bormioli, le sorelle Fendi, il reporter Giorgio Fornoni o la Diesel, per i loro stores a New York.

...e qualche racconto!

Quella volta. a Modena, per capire quale

casa chiedeva Pavarotti.

“Mi viene giù dal Cadore senza barba?” Così il maestro Luciano Pavarotti accolse Roberto De Pol, nel 2004 a Modena, dove era andato per parlare della sua nuova abitazione da costruire. Obbiettivo: un’intera travatura in legno antico certificato a sorreggere un’abitazione principesca. Roberto, vivace e con la battuta pronta, replicò alla domanda di Pavarotti ricordando che “anche in Cadore, in estate, si toccano i 30 gradi e la barba fa caldo!” Di quel pranzo gli rimane un ricordo di affetto e simpatia ed una foto con dedica che fa bella mostra di sè nell’ufficio di De Pol a Cima Gogna.

Nuova travatura per le campane della

Basilica di S.Maria Assunta di Torcello

È stato un lavoro molto interessante quello eseguito alla Basilica di S.Maria Assunta di Torcello, Venezia, la chiesa più vecchia d’Europa. Bisognava conoscere il legno molto bene per riuscire a capire cosa fare per sorreggere il peso di tre campane, senza avere problemi di cedimenti strutturali. Non si poteva utilizzare un legno nuovo con le caratteristiche adeguate al caso ma si è dovuto tagliare dei legni vecchi, squadrarli, lavorarli come agli inizi del ‘900, quando è stato rifatto l’ultima volta i telaio, soggetto ad usura per l’esposizione alle intemperie. La cosa più difficile era il fare tutto a mano perchè non si poteva sostituire l’intera struttura ed è stato necessario fare le giunzioni sul posto e riprodurle nello stile dell’epoca in cui fu fatto il lavoro.
La Famiglia De Pol
800 anni della famiglia in Cadore-Comelico. Racconta ancora il titolare: ”una vita spesa per il lavoro, ma non importa, l’azienda per me è una storia che appartiene a tutti, che deve servire per aiutare non solo coloro che la gestiscono ma tutte quelle persone che ricercano un lavoro per vivere, per crescere la propria famiglia, per seguire passioni ed ambizioni e, cosa più importante, creare quel legame che ci renda parte di quella comunità di persone che nel nostro vivere raggiungono pace e serenità restando nella propria terra di appartenenza. Ho conosciuto i vecchi roprietari di segherie che ora non ci sono più, loro, come i grandi segantini, orgoglio di questa terra. Ho visto le loro mani e il loro corpo consumato dalle fatiche ma non ho dimenticato la loro forza, tenacia e determinazione nel fare la loro e la nostra piccola storia.”
Segheria De Pol di De Pol Olivo & C. snc - Loc. Cima Gogna - Auronzo di Cadore (BL) - P.I.V.A. 00245040258